L'ottica di Peschiera del Garda

TutorVISION

TutorVISION si propone come strumento ideale per supportare l’ottico e tecnicamente l’ottico optometrista.

Il programma, in abbinamento allo specchio contenente la telecamera, guida nella scelta della montatura, simula tridimensionalmente le lenti, calcola la distanza interpupillare e le altezze di montaggio.
Con questo sistema si ottengono con precisione i dati necessari per montare occhiali progressivi e monofocali e si aiuta il cliente nella scelta dell’occhiale e delle relative lenti.
La misurazione prevede di scattare un’unica foto e tutte le misurazioni possibili sono immediatamente disponibili: semidistanze e distanza interpupillare totale, altezza dei centri focali, diametro minimo della lente, canale utilizzabile per eventuali lenti progressive.

La maggior parte dei produttori di lenti oftalmiche incentiva l’uso di lenti progressive con sconti particolari, promozioni, e operazioni di marketing mirate a supportare al meglio i loro clienti ottici nella vendita di tali prodotti.

Il significato di tutto ciò è chiaro: il mercato potenziale in Italia, da ricerche ufficiali condotte da Confindustria e altre associazioni di categoria, è allettante: attualmente circa 10 milioni di italiani non usano lenti progressive, benchè i loro difetti visivi si prestino probabilmente al loro utilizzo. Per contro l’Italia è agli ultimi posti in Europa per quote di mercato relativo alla vendita di lenti progressive: solo 11%, rispetto al 26% della Francia, 21% della Germania, 20% Portogallo e 27% degli Stati Uniti.

In questo contesto è assai prevedibile che il trend di vendita delle lenti multifocali sarà in crescita nei prossimi anni e quindi diventa prioritario per ogni centro ottico attrezzarsi al meglio per offrire i migliori prodotti e i migliori servizi legati a questa tipologia di prodotto.

Un aspetto fondamentale per il successo di una fornitura di occhiali progressivi è il suo montaggio, condizionato da diversi fattori:

• scelta dell’abbinamento montatura e lenti da proporre al cliente, condizionata dal potere, dal fatto che il cliente sia un primo utilizzatore di lenti progressive oppure sia già esperto nel loro uso, e ovviamente dal prezzo;

• calcolo della corretta centratura, con i centri focali acquisiti sull’occhiale già assettato nella sua configurazione finale;

• realizzazione finale dell’occhiale.

Per quanto riguarda la corretta centratura, vi sono molte scuole di pensiero, metodi, trucchi, espedienti. Sicuramente possiamo suddividere tutte le metodologie in due grandi categorie: i metodi manuali e quelli basati sull’utilizzo di strumenti computerizzati.

Questi ultimi offrono vantaggi non indifferenti:

• alta precisione e costanza dei risultati forniti;

• possibilità di acquisire le varie misure e altezze anche da parte di personale non particolarmente preparato nel montaggio di lenti progressive

• percezione da parte del cliente di professionalità, tecnologia, precisione.
tutorvision1
tutorvision2tutorvision3tutorvision5